E’ proprio grazie alla mineralità dei suoli che sia i vini bianchi che rossi si contraddistinguono per la loro rilevante sapidità.

La freschezza dei primi è da imputare proprio alla combinazione di altitudine e esposizione adottata per la coltivazione, mentre le note olfattive e gustative di muschio, menta e mughetto che caratterizzano i secondi, come il perfetto bilanciamento dei loro tannini, sono in parte da ricondurre proprio alla struttura ed alle altre proprietà fisiche dei suoli.

Le generose potenzialità di questa terra sono pienamente esaltate in cantina grazie all’uso delle più avanzate tecnologie che consentono di controllare perfettamente le temperature durante tutto il processo di vinificazione: dal ricevimento delle uve, a tutto il percorso di fermentazione dei mosti fino alla maturazione in tonneau di rovere di Allier e l’affinamento in bottiglia.